ARTICLE
erpl-24_284-cover.jpg
5,00 €

Constitutional Law / Droit constitutionnel 2011 Italy / Italie

Pages
26
2012 / Vol. 24, No. 2, (84)
Digital Edition

Constitutional Law / Droit constitutionnel
gennaio-dicembre 2011
ITALY / ITALIE

CHIARA MARTINI
Chiara Martini è dottore di ricerca in Diritto Pubblico dell'economia
presso l'Università degli Studi di Roma "La Sapienza"

FRANCESCA TEDDE
Francesca Tedde è dottore di ricerca in Diritto Amministrativo,
nella Facoltà di Giurisprudenza dell'Università degli Studi di Roma "La Sapienza"

The period hereby examined included the fall of the fourth Berlusconi Government, formed by the central-right coalition, winning at the elections of 2008. The political crisis has been determined by the weakness of the coalition, as showed by the results of local elections, and by the inadequacy of the government plan against the effects of the financial crisis that has struck Italy in 2011. Without ending in advance the legislature, whose natural expiration is in 2013, in November a new Gov-ernment, with a technical composition, has been named, led by Mario Monti, that has received the trust of the present major political parties of centre-right and centre-left in Parliament. In the solution of the crisis has been conclusive the role developed by the President of the Republic, Giorgio Napolitano. The necessity of confronting the effects of the economic and financial crisis is prevailing in the agenda of the first months of the Monti Government.

La période examinée ici inclut la chute du quatrième gouvernement Berlusconi, formé par la coalition de centre-droit qui avait remporté les élections en 2008. La crise politique a été déterminée par la faiblesse de la coalition, mise en évidence par les résultats des élections locales, et par l'insuffisance du plan gouvernemental contre les conséquences de la crise financière qui a frappé l'Italie en 2011. Sans que la législature qui prend fin normalement en 2013 se soit terminée prématurément, un nouveau gouvernement composé de technocrates et dirigé par Mario Monti a été nommé en novembre et a obtenu la confiance des principaux partis politiques de centre-droit et de centre-gauche au Parlement. Le rôle joué par le président de la République, Giorgio Napolitano, a été décisif dans la solution de la crise. La nécessité de faire face aux conséquences de la crise économique et financière a eu la priorité dans l'agenda des premiers mois du gouvernement Monti.

Nel periodo preso in considerazione si è assistito alla caduta del quarto Governo Berlusconi, in carica dal 2008 e sostenuto da una maggioranza di centro-destra. La crisi è stata determinata da ragioni politiche interne alla maggioranza, come dimostrato dai risultati delle elezioni amministrative svolte in maggio, e dall'inadeguatezza dell'azione di governo contro la crisi finanziaria che ha coinvolto l'Italia. Senza chiudere anticipatamente la legislatura, la cui scadenza naturale è prevista nel 2013, in novembre è stato nominato un nuovo Governo, a composizione tecnica, guidato dal prof. Mario Monti, che ha ricevuto la fiducia delle principali forze politiche di centro-destra e di centro-sinistra presenti in Parlamento. Nella soluzione della crisi è stato determinante il ruolo svolto dal Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano. I primi mesi di attività del nuovo Governo sono stati segnati dalla necessità di affrontare la situazione di grave crisi economica e finanziaria che ha coinvolto il Paese.

Other Articles from the same Issue