ARTICLE
21_272.jpg
2,50 €

Constitutional Law / Droit constitutionnel 2008 Italy / Italie

Pages
27
2009 / Vol. 21, No. 2, (72)
Digital Edition

Constitutional Law / Droit constitutionnel

gennaio - dicembre 2008

Italy / Italie

Chiara Martini

Dottore di ricerca in Diritto pubblico dell’economia
presso l’Università degli studi di Roma “La Sapienza”

Francesca Tedde

Dottoranda di ricerca in Diritto Amministrativo,
nella Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli studi di Roma “La Sapienza”

 

The period hereby examined included two different parliamentary terms (the XVth and XVIth) and two governments. The Prodi Government concluded after two years only, due to the weak majority which it could rely on in the Parliament, fol­lowing the ambiguous results of the 2006 vote. The government formed by the central-right coalition, winning at the elections of April 2008, is led once again by Silvio Berlusconi (it is his fourth mandate). In general, it is to underline that the new composition of the Parliament reflects a simplification of the political frame­work, because the major political parties chose to form less broad coalitions. The ne­cessity of confronting the effects of the global financial crisis is prevailing on the agenda of the Berlusconi Government. The President of the Republic, Giorgio Napolitano, showed a constant attention and diligence for the issues of the country, confirming an approach of extreme impartiality in moments of great institutional uncertainty and tension between the political powers.

Il periodo preso in considerazione ha compreso due diverse legislature (la XV e la XVI) e due governi: il governo guidato da Romano Prodi, che sin dall’inizio della legislatura (2006) ha potuto contare su una maggioranza piuttosto esigua, è entrato in crisi in Parlamento dopo soli due anni. Il governo formato dalla coalizione di centro-destra, risultato vincente alle elezioni politiche di aprile 2008, è ancora una volta guidato da Silvio Berlusconi (è il quarto mandato). In generale, la nuova com­po­sizione del Parlamento riflette una semplificazione del quadro politico, do­vu­ta alla scelta dei partiti maggiori di non dare vita a coalizioni eccessivamente am­pie. L’agenda del Governo Berlusconi IV è stata prevalentemente caratterizzata dalla necessità di far fronte agli effetti della crisi economica internazionale. Il Pre­si­dente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha dimostrato costante attenzione e solerzia per le vicende del Paese ed è intervenuto con imparzialità nei momenti di mag­gior incertezza istituzionale e tensione tra le forze politiche.

More Issues of European Review of Public Law